A sinistra quadro di
Richard Mauri.
 
On the left
Richard Mauri Painting
.
 
 
 
   
IL DÉTACHÉ / THE DÉTACHÉ

di / By
Michelangelo Ercolini

Per il violinista avere un buon détaché è di fondamentale importanza perché esso rappresenta la base di quella che sarà la sua tecnica dell’arco.

Vi sono quattro tipi di détaché: il dètaché semplice, accentuato,portato e lancé.

Il détaché semplice consiste nell’eseguire un’arcata, sia giù che in su senza interruzione di suono tra un nota e l’altra.

Esso può essere eseguito con tutto l’arco o con una sua frazione secondo la velocità e la dinamica. Avremo così in un’arcata ampia il concorso del braccio insieme al movimento delle dita, della mano e del polso mentre in un’arcata veloce l’importanza del braccio si ridurrà per privilegiare l’azione delle dita.

La difficoltà di questo particolare colpo d’arco è data dal fatto di dover eseguire con la stessa sonorità sia l’arcata in giù che quella in su e nell’effettuare i diversi passaggi di corde. A tal proposito vedi dello stesso autore: ( L’importanza di suonare al tallone e Storia della postura del violino, Rivista online Arte Liutaria –Firenze)

Il détaché accentuato viene eseguito facendo partire l’arcata con un accento prodotto da un repentino aumento di pressione e velocità comprimendo l’arco in modo non troppo aggressivo ( altrimenti l’effetto che si otterrebbe sarebbe di un martellato). Ne risulterà così un arcata senza spazio tra le note,tranne in qualche eccezione dovuta a esigenze musicali.

La caratteristica del detaché portato è data da un leggero gonfiamento iniziale della nota seguito da un graduale alleggerimento del suono.

Questo effetto è ottenuto pesando un po’ di più sulla corda e dando una maggiore pressione e velocità all’inizio di ogni nota, senza accentarla.

Questo tipo di colpo d’arco viene usato per dare più risalto ad una o ad un gruppo di note.

Nel détaché lancé abbiamo un’arcata molto corta e veloce, con una forte velocità all’inizio e un rallentamento verso la fine dell’arcata. Non ci sono nel détaché lancé né accenti né gonfiamenti all’inizio di ogni nota.

Naturalmente il violinista data la caratteristica celere di questo colpo d’arco, si affiderà nell’eseguirlo, principalmente all’articolazione delle dita della mano destra.

For the violinist it is crucial to have a good détaché because it represents the base of what his bow technique will be.

There are four types of détaché: simple, emphasized, porté and lancé.

The simple one consists in executing a bowing both up and down without sound interruption between a note and the other one.

It can be made with the whole bow or with a portion of it based on speed and dynamics. This way we will have in an ample bowing a mixed movement of arm, hand, fingers and wrist, while in a fast bowing the importance of the arm will be reduced only in order to privilege the action of the fingers.

The difficulty of this particular bow stroke is due to the fact that one must perform with the same sonority both the up bowing and the down bowing and carry out the different string changes (see: ”The Importance of playing at the frog” and “History of posture in the violin.” Online magazine Arte Liutaria-Florence.)

The stressed détaché is performed by suddenly increasing pressure and speed compressing the bow not too aggressively (otherwise we would obtain a hammered effect.) The result will be a bowing without spaces among note save few exception for musical needs.

The peculiarity of the détaché Porté is due to a light initial swelling of the note followed by a gradual relief of the sound.

This effect is obtained by putting a little bit more weight on the string and giving more pressure and speed at the beginning of each note, without stressing it.

The aim of this kind of bow stroke is to emphasize one or more notes.

In the détaché lancé we have a very short and fast bowing, with a strong speed at the beginning and a lessening toward the end of the bowing.

Neither stresses nor swelling at the beginning of each note.

The violinist will obviously rely on the articulation of the right hand fingers, due to the speed of this bow stroke.

1
 
Previous page
 
 
 
© Copyright 2010 Arte Liutaria All Rights Reserved. No part of this pages or images may be reproduced or utilized in any form or by means without permission in writing from Arte Liutaria.
 
 
 
For technical support about problem with this site: techsupp@arteliutaria.it